Come organizzare una festa di carnevale per bambini

Make-up carnevale: trucco di Spiderman

Come si organizza una festa di Carnevale per bambini in casa? Naturalmente, il primo ingrediente di cui abbiamo bisogno è la fantasia; il secondo, trattandosi di una festa per bambini, non può che essere la pazienza.

Il primo aspetto di cui occorre tenere conto è la grandezza degli spazi a disposizione: se abbiamo a che fare con una casa abbastanza grande, potremo distribuire tavoli, stuzzichini e giochi in tutta le stanze; in caso contrario, potremo fare affidamento unicamente sul salone.

A proposito del cibo, è bene non esagerare con patatine e dolci, ma soprattutto con quegli alimenti che, una volta tolti dalla confezione, devono per forza essere mangiati e non possono più essere conservati. Meglio, dunque, tirare fuori il cibo poco alla volta piuttosto che riempire il tavolo e dover poi fare i conti con avanzi e rimasugli. Teniamo conto, inoltre, che solitamente i bambini, soprattutto a Carnevale, sono più impegnati a ridere, scherzare e giocare che non a mangiare.

Attenzione anche alle bibite: mettiamo tanta acqua e poche bevande gassate. Chiaramente, trattandosi di una festa di Carnevale, i bambini dovranno essere opportunamente truccati e mascherati: la festa, allora, potrà essere caratterizzata da un tema specifico (per esempio gli animali, o la natura, o la musica) oppure lasciata a tema libero, permettendo ai piccoli di dare sfogo alla propria creatività senza limiti.

Occorre curare in maniera particolare la sicurezza dei piccoli, evitando trucchi o altre sostanze potenzialmente nocive (soprattutto se qualche bambino soffre qualche allergia), e soprattutto mettendo bicchieri e piatti di carta (e non di vetro).

Infine, non potranno mancare la musica (scelta direttamente dai piccoli) e tanti giochi divertenti: in scatola (tombola, Monopoli, Indovina Chi, Pictionary), oppure in movimento, come il gioco dei mimi, Guardie e Ladri, nascondino e un due tre stella. L'importante è che i piccoli si divertano imparando ad apprezzare l'estro carnascialesco.